C’è un particolare nella cartina del tracciato (G -10) che incuriosisce quasi tutti: quella specie di anello che abbellisce il terzo stato del percorso, vale a dire il Nuovo Messico. Tranquilli, non è un vezzo, non è un ricciolo tirabaci, come lo ha chiamato qualcuno. È solo una deviazione turistica, percorrendo la quale si possono visitare le “Gila cliff dwellings”. Sono sette caverne naturali che si trovano lungo la parete del canyon che domina un ramo del fiume Gila.

All’interno si trovano una quarantina di vani, delimitati da muri di pietra locale, che, a partire dal 13° secolo, sarebbero stati occupati da una quindicina di famiglie allargate di indiani Mogolloni (dal nome dell’omonima catena montagnosa). Il tutto fa parte di un parco naturale e a prima vista merita una visita. Io non vorrei dire, magari ci vado pure, ma temo che chi abbia già visto i Sassi di Matera rischi di rimanere fortemente deluso.

Novità da British Airways. Sciopero confermato e volo di sabato cancellato! Ho dovuto riprogrammare la partenza da Londra alla vigilia, cioè dopodomani. Sperèm.

You may also like

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: